Home English version
Il Museo
Il Balsamico
1. La Consorteria
2. Definizione di “balsamico”
3. Tipicità del prodotto
4. Denominazione d'origine
5. Gli aceti alla “modenese”
6. Compare l'aggettivo “balsamico”
7. Il “balsamico” come elemento identitario
La Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale
Manifestazioni ed eventi
Il Balsamico
della tradizione secolare
 
Il libro "Il Balsamico della tradizione secolare" è in vendita presso il bookstore del Museo
Le informazioni contenute in questa sezione sono tratte dal volume Il Balsamico della tradizione secolare. Storia, conoscenze tecniche ed esperienze vissute alle soglie del terzo millennio, a cura di Francesco Saccani e Vincenzo Ferrari Amorotti, edito a Spilamberto dalla Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale nel 1999, e di cui si è arrivati alla seconda edizione nel 2011.
Le notizie principali provengono dai primi due capitoli, Gli aceti “alla modenese” e il “balsamico” della tradizione secolare e Appunti per una storia sul “balsamico”, che illustrano perlopiù gli aspetti storici e le tappe più significative che hanno portato al pieno riconoscimento di questa tradizione secolare e alla sua affermazione.
Partendo dalla costituzione della Consorteria, abbiamo inteso dare rilievo all’entità istituzionale che si è impegnata a tutelare il Balsamico nei termini più rigorosi e, da ultimo, nella realizzazione del Museo.
Di seguito, attraverso una serie di voci, abbiamo voluto presentare i caratteri rilevanti del prodotto e della sua storia, senza dimenticare l’importanza da esso assunta nella vita della comunità spilambertese, di cui costituisce un forte elemento identitario.

1. La Consorteria dell'Aceto Balsamico Tradizionale
2. 1976 - Definizione di “balsamico” da parte della Consorteria di Spilamberto
3. Tipicità del prodotto
4. Denominazione d’origine
5. Gli aceti “alla modenese”
6. Compare l'aggettivo “balsamico”
7. Il “balsamico” come elemento identitario